Sabato 3 novembre pizzeria in sede. Aperto il Museo del Quartiere per l’Antiquaria.

Sabato 3 novembre pizzeria in sede. Aperto il Museo del Quartiere per l'Antiquaria.
Il capitano Bichi illustra i primi impegni invernali: lavori alle scuderie e preparazione dei giostratori. 
 
Fine settimana impegnativo a Porta Sant'Andrea: pizzeria sociale sabato 3 ed apertura del Museo del Quartiere per la Fiera Antiquaria. Intanto il capitano Luca Bichi ha iniziato a concretizzzare il proprio programma, illustrato nelle scorse settimane al consiglio direttivo.
Sabato 3, al Circolo Ricreativo del Quartiere ci sarà la consueta pizzeria sociale per i soci e quartieristi che dalle ore 20 potranno cenare in via delle Gagliarde con antipasti, primi piatti e pizze. Non è necessario prenotare, ma per riservare dei tavoli basta chiamare il n. 0575.295040.
Sabato 3 e domenica 4 novembre, come gesto di accoglienza verso i visitatori della Fiera antiquaria, sarà aperto al pubblico il Museo del Quartiere. Turisti e cittadini potranno visitare il Museo, e le altre sale con ingresso libero. L'apertura è inserita tra le iniziative collaterali della Fiera stessa. 
L'accesso sarà dal cortile interno dell'ex Pretura di via Garibaldi n.15. L'orario di visita il seguente: sabato pomeriggio dalle 16 alle 18.30, la domenica la mattina dalle 10 alle 12.30 ed il pomeriggio dalle 16 alle 18.30.
Il capitano Luca Bichi, intanto, ha già iniziato a lavorare seguendo il proprio programma, approvato dal consiglio. Sono già partiti i lavori alle scuderie per ampliare la possibilità di alloggio per i cavalli: saranno dodici i destrieri da giostra che saranno al campo di Staggiano dalla primavera. Nel frattempo sarà completamente rinnovata la recinzione di alcuni paddok e ampliate altre strutture indispensabili per il funzionamento del campo di allenamento. 
"Molti importanti lavori sono già stati fatti la scorsa primavera – ricorda Bichi – adesso continuiamo seguendo un preciso crono-programma per avere una struttora migliorata e più efficiente". Assieme ai lavori per le scuderie iniziano le sedute di allenamento: "Oltre alla normale preparazione dei cavalli – spiega il capitano – faremo tutto l'inverno due sessioni di allenamento con i giostratori: una fissa il sabato pomeriggio, l'altra nel corso della settimana". "La nostra intenzione – prosegue ancora Bichi – oltre che la preparazione dei cavalli e delle carriere, è di lavorare con maggiore attenzione anche sul tiro al Buratto: vogliamo essere in grado di fare il massimo in qualsiasi condizione". Quindi illustra la novità in vista delle Giostre 2013: "Angiolo Checcacci, il nostro preparatore equestre, si occuperà di portare al meglio della forma cavalli e fantini, come del resto ha fatto sinora, mentre, quando proveremo le carriere contro il Buratto, ogni giostratore tirerà da solo e gli altri, a turno, avranno il ruolo di 'responsabile di lancia' segnalando eventuali errori e correzioni". "Enrico Vedovini, Stefano Cherici e anche Mauro Piantini saranno di volta in volta a terra per consigliare i colleghi sui rispettivi tiri e individuare i difetti, – continua Bichi – abbiamo tre giostratori ormai di lunga esperienza ed intendiamo sfruttare al meglio le loro capacità anche da terra". 
"Questo è quanto abbiamo deciso nel direttivo – conclude Bichi – ma nei giorni scorsi è stato invece riportato in maniera imprecisa da un organo di informazione. Mi spiace che un brillante cronista di Giostra sia stato fuorviato da informatori poco informati. Ma la nostra linea d'azione è trasparente e basta farci una telefonata per sapere la verità, tutta la verità, nient'altro che la verità".