Pieno successo per la festa al Parcheggio Mecenate.

1SLa pioggia non ferma la Cena della Vittoria!

“A noi ci piace cenare nel garage!” questo coro riassume al meglio lo spirito con cui i 650 quartieristi biancoverdi hanno accolto l’insolita location del parcheggio coperto ATAM “Mecenate” per la Cena della Vittoria. La pioggia incessante di ieri ha costretto il Quartiere ad abbandonare i giardini di Largo Campioni e ad adottare il “piano B”, accuratamente preparato da giorni, viste le previsioni meteorologiche. In poche ore, nel pomeriggio di sabato, i biancoverdi hanno trasformato il piano terra del parcheggio Mecenate in una sala addobbata con solennità e gusto dove celebrare la propria trentaquattresima vittoria.
“Il luogo si presta anche a momenti conviviali – spiega il cancelliere biancoverde Gianni Sarrini – il pieno terra è nato per poter ospitare un mercato coperto, quindi ha caratteristiche che non sono quelle di un tipico parcheggio: infatti è alto circa quattro metri e aperto su tre lati, è ampio circa 3500 mq. ed è predisposto per accogliere anche eventi di questo tipo.” La proprietà del parcheggio, l’azienda pubblica ATAM, ha concesso volentieri, come già fatto in passato per altri quartieri, la propria struttura e il rettore Maurizio Carboni ha ringraziato nel proprio discorso alla cena tutta la struttura ATAM e il presidente Francesco Falsini per la disponibilità concessa.

Il festante Popolo di Sant’Andrea ha dimostrato di gradire la scelta fatta, dando il meglio di sé durante tutta la serata in una sala addobbata con cura e il cui tema centrale era la dedica al 70° della Liberazione della Lancia di giugno. Oltre ad un addobbo particolare dedicato al tema, hanno fatto il loro ingresso nella cena le altre tre Lance d’oro dedicate in passato alla Liberazione e tutte in possesso del Quartiere 5Sbiancoverde.

Un tripudio di cori ha accolto l’ingresso della dirigenza, del rettore Maurizio Carboni, dei giostratori vestiti con il costume da Giostra e del capitano vittorioso Luca Bichi con la Lancia d’oro. Poi la proiezione di un video celebrativo del trionfo.
Durante la serata la premiazione dei giostratori Enrico Vedovini e Stefano Cherici che hanno ricevuto, come da tradizione, una copia in miniatura della Lancia d’oro. Un dono anche all’allenatore Angiolo Checcacci, un paio di gemelli da polso d’epoca raffigurante una testa di cavallo e gli altri giostratori di riserva, premiati con un anello in argento con inciso il motto del Quartiere.
È stata fatta anche un’asta: il quadro celebrativo dipinto dal maestro Alessandro Marrone, la bottiglia numero trentaquattro del Vino della Vittoria ed i quattro quadri con i ferri dei cavalli dei giostratori, Pepyto e Peter Pan. I banditori Andrea Montini e Gianni Sarrini hanno venduto i trofei per oltre 2.500 euro! Parte dei proventi sarà destinata alle attività di beneficenza del Quartiere.
Al termine festa con musica e balli in piazza fino a tarda notte con l’evento musicale “The sound of Victory” animato dai Dj biancoverdi.

17S