Porta Sant’Andrea in lutto per la scomparsa di Gigi Alberti.

Alberti era stato a lungo dirigente del Quartiere ed era l’ultimo conte di Pocaia.

Lutto a Porta Sant’Andrea: questa notte è venuto a mancare, all’età di settantuno anni, Luigi Alberti, il popolare “Gigi”, a lungo dirigente biancoverde fino al 2002. “Il suo nome completo era N.H. Evaristo Luigi Alberti, conte di Pocaia, – lo ricordano al Quartiere – ma per tutti era il “Gigi”, un personaggio popolare e molto amato per il suo carattere gioviale e disponibile.”

Gigi era stato figurante fin dai primi anni ’60 con il rettore Marcantoni Sarrini e capitan Piccoletti, al Quartiere aveva conosciuto quella che sarebbe poi stata sua moglie, Alida Francesini, che è prematuramente scomparsa nel 2008. Con Alida, esponente di una storica famiglia biancoverde, avevano fatto del Sant’Andrea la loro seconda casa, lei sempre in cucina a preparare le cene del Quartiere, lui responsabile del bar del circolo per molti anni. Gigi era molto conosciuto dai professionisti aretini per aver a lungo lavorato presso le “Eliocopie Gamurrini” in via Giotto.

Nel 1988 Gigi era entrato a far parte del Consiglio direttivo del Quartiere rimanendovi fino al 2002, ma aveva continuato a frequentare, in particolare le scuderie, dove portava spesso l’amata nipote, fino a che la salute glielo aveva consentito.

“Partecipiamo con cordoglio al Lutto della famiglia Alberti – afferma il rettore Maurizio Carboni – abbracciando particolarmente la figlia Benedetta, con il marito e i figli e tutti i familiari. Con la scomparsa di Gigi perdiamo un pezzo della nostra Storia e quindi tutto il Quartiere si associa al loro dolore.”

La Camera ardente si trova presso la Croce Bianca di Arezzo, le Esequie, cui parteciperà una delegazione del Quartiere, si terranno lunedì prossimo alle 10,30 presso la Chiesa di Santa Croce in Arezzo.