Novembre 15th, 2018

“Franco Ricci, la leggenda”. Sono passati 50 anni dall’arrivo di Franco Ricci nel mondo della Giostra, esattamente dall’agosto del 1968, ed è per questo che il Quartiere di Porta Sant’Andrea, con la collaborazione dell’Istituzione Giostra del Saracino e della Fondazione Arezzo Intour, ha deciso di ricordarne le gesta.

Lo farà grazie ad una serie di eventi organizzati dal Comitato Giovanile del Quartiere con il supporto del Consiglio direttivo, che già nel 2006 intitolò le scuderie in località Peneto a nome  dell’indimenticato cavaliere che ha portato in San Giusto la bellezza di nove lance d’oro.

Il primo appuntamento è la mostra fotografica e documentaria in omaggio alla memoria di Ricci, la cui presentazione è in programma per giovedì 22 novembre ore 21.30 presso la Sala d’Armi “Enzo Piccoletti”, in Palazzo San Giusto, via delle Gagliarde 2. Negli spazi del Quartiere saranno esposte decine di foto che ripercorrono la carriera de “il Bello”, così chiamato ad Arezzo, dal 1968 al 1990.

Il secondo atto delle celebrazioni, in programma per domenica 2 dicembre dalle ore 10.30, vedrà protagonista  il Rione Rosso di Faenza con l’esibizione del proprio gruppo Musici e Sbandieratori per le strade del centro storico di Arezzo. Una presenza, quella della compagine faentina, che ribadisce una storica amicizia tra Sant’Andrea e il Rione dove Gianfranco Ricci ha vinto 10 Palii del Niballo.

La Storia

Gianfranco Ricci, nato a Faenza il 27 maggio 1942, è stato uno dei più grandi cavalieri d’Italia. Famoso per la bravura a cavallo e per l’estro con la lancia, “Franco” ha scritto pagine indelebili di storia riportando vittorie a Faenza, Arezzo, Ascoli, Servignano, Foligno, Narni, San Gemini, Pistoia, Ravenna, Ferrara, Pistoia, Monterubbiano e Castel Del Rio, città dove ricorrono le tradizioni del Palio, della Giostra e della Quintana. Nella sua città natale, dopo l’esordio nel 1961, ha vinto il primo scontro agli anelli il 29 giugno del 1962, vittoria che darà vita ad una lunga serie di trionfi che lo vedrà protagonista assoluto al Palio del Niballo con i colori del Rione Rosso: nella pista dello stadio comunale “Bruno Neri” di Faenza ha ottenuto, infatti, la bellezza di 10 successi con cinque cavalli diversi.

L’estro di questo cavaliere, il cui nome iniziò a riecheggiare tra gli ambienti di giostra, fu il motivo che spinse la dirigenza di Porta Sant’Andrea a fare un giro di ricognizione nella città romagnola nel luglio del 1968.Soprannominato “il Bello”, Ricci esordì in piazza il 1 settembre del 1968 in coppia con Tripoli Torrini e fu subito successo, la vittoria, infatti, andò a Porta Sant’Andrea. Per il grande “Tripolino” fu il 15esimo successo della sua gloriosa storia, record tutt’ora imbattuto, mentre per Ricci fu la prima delle 11 lance d’oro che alzerà al cielo nel torneamento aretino, di cui 9 con la croce Sant’Andrea cucita addosso.

Dopo quello storico trionfo, Franco Ricci otterrà negli anni Settanta altre quattro vittorie (6 settembre 1970, 7 settembre 1975, 5 settembre 1976 e 23 giugno 1978), la prima con Vittorio Zama e le altre tre con Vincenzo Verità. Dopo una parentesi in Porta Crucifera tra il 79’ e l’85’ dove firmò assieme a Gabriele Tabanelli il cappotto del 1980, nel 1987 fu autore e protagonista del primo cappotto della storia bianco verde. Memorabile l’edizione del 6 settembre in cui Franco colpì il quattro rompendo la lancia.

Franco Ricci conquistò altre due vittorie, nel 1989 e nel 1990, in coppia con Martino Gianni. Quella del 2 settembre 1990 fu la 22esima edizione disputata con i colori di Porta Sant’Andrea, all’età di 48 anni.  Il 15 aprile 1998, periodo in cui era tornato nel Rione Rosso di Faenza come allenatore di Willer Giacomoni, morì improvvisamente per un infarto, a soli 56 anni. Nella sua lunga carriera Franco ha totalizzato sessanta vittorie nei più svariati torneamenti che lo hanno reso celebre in tutta Italia.

Franco Ricci non è stato solo un grande giostratore ma anche un grande uomo. Per questo le scuderie del Quartiere di Porta Sant’Andrea, il 27 agosto 2006, sono state intitolate a suo nome, nel ricordo di lunghe e memorabili gesta.

Questo il programma delle celebrazioni:

Giovedì 22 novembre 2018 alle ore 21.30, nella Sala d’Armi “Enzo Piccoletti”, Palazzo San Giusto, via delle Gagliarde 2, si terrà la Presentazione della mostra fotografica e documentaria su Franco Ricci. Durante la serata sarà proiettato un video celebrativo. La mostra, curata dal Comitato Giovanile del Quartiere con materiale proveniente dall’archivio del Quartiere, del Comune di Arezzo e di singoli quartieristi, rimarrà aperta fino alla “Festa del Patrono sant’Andrea Apostolo” che si concluderà il 2 dicembre, con i seguenti orari: sabato 24 e domenica 25 novembre dalle ore 10 – alle 12 e dalle 15 alle 18. da lunedì 26 a venerdì 30 novembre dalle ore 21.30 alle 23, sabato 1 dicembre ore 15 – 18.

Domenica 2 dicembre 2018: Esibizione dei Musici e Sbandieratori del Rione Rosso di Faenza per le strade del centro storico di Arezzo: alle 11 da Piazza san Giusto partirà il Corteggio dei figuranti del Quartiere di Porta Sant’Andrea e del Rione Rosso per le strade del centro di Arezzo, esibizione degli sbandieratori  e musici sul Sagrato del Duomo (ore 11,30 circa). Saluto delle istituzioni e ritorno alla sede del Quartiere dove si terrà il Pranzo offerto alla delegazione faentina. Dopo i saluti del Rettore Maurizio Carboni e del Capo Rione Gianluca Maiardi, alla presenza della Famiglia Ricci, sarà presentata la targa commemorativa da affiggere alla scuderia “Franco Ricci

Novembre 12th, 2018

Nuovo appuntamento con la “Pizzeria al Quartiere” presso il circolo bianco verde.

Sabato prossimo 17 novembre, dalle ore 20, sarà possibile cenare nella sede di via delle Gagliarde con antipasti, primi piatti e le pizze preparate dai pizzaioli biancoverdi.

Un’occasione per passare una serata fra amici e all’insegna del buon cibo.

Non è necessaria la prenotazione, ma chi volesse far riservare dei tavoli può farlo chiamando il n. 0575.295040.

Ottobre 29th, 2018

Nuovo appuntamento con la “Pizzeria al Quartiere” presso il circolo bianco verde.

Sabato prossimo 3 novembre, dalle ore 20, sarà possibile cenare nella sede di via delle Gagliarde con antipasti, primi piatti e le pizze preparate dai pizzaioli biancoverdi.

Un’occasione per passare una serata fra amici e all’insegna del buon cibo.

Non è necessaria la prenotazione, ma chi volesse far riservare dei tavoli può farlo chiamando il n. 0575.295040.

Ottobre 24th, 2018

Domenica 28 ottobre il Quartiere di Porta Sant’Andrea ha organizzato una visita alla Mostra “Manara, biografo di Caravaggio ” in corso presso la Galleria Comunale di Arte Contemporanea in Piazza San Francesco. L’ingresso per i gruppi (minimo 10 persone) è di € 3 per persona (anziché 5), gratuito per i minori di 12 anni. Al termine aperitivo libero.

Per chi intende partecipare il ritrovo è alle 16.00 di domenica 28 ottobre davanti all’ingresso della Galleria in Piazza San Francesco.  Per eventuali informazioni: Gianni Sarrini 331.1067183.

 

“Manara, biografo di Caravaggio”

Arezzo ospita una mostra di assoluto rilievo, dal taglio inedito e originale dove, per la prima volta, viene presentata la seconda parte della “graphic novel” di Milo Manara, dedicata alla vita di Michelangelo Merisi. 

Gli spazi della Galleria Comunale d’Arte Contemporanea accolgono in anteprima assoluta le quasi 100 tavole dove l’artista veronese racconta il grande maestro del Seicento e la sua esistenza avventurosa. Il talento, la passione e gli eccessi di quel genio artistico, diventano occasione per il ritorno di Manara al fumetto. Nascono così due volumi (prodotti per l’editore francese Glénat e pubblicati in Italia da Panini), frutto di un’interessante e ricca sceneggiatura. Il primo intitolato La tavolozza e la spada è del 2015 mentre il secondo, La grazia è in uscita per il 2019 ed è anticipato dalla mostra di Arezzo.

La bellezza, nonché il profondo significato espresso da questa sorta di moderna epopea figurativa, viene idealmente paragonata alle più antiche biografie del Caravaggio, quelle che vennero scritte e pubblicate al suo tempo.

La mostra curata da Claudio Strinati in collaborazione con Claudio Curcio, rievoca, accanto al più recente biografo del sommo pittore, le personalità dei primi biografi. “Si cerca di raccontare – dice Strinati – come i contemporanei videro e spiegarono il Caravaggio e come lo vedono gli uomini e le donne del nostro tempo, attraverso gli occhi di Milo Manara che rappresenta al meglio l’amore e le conoscenze attuali su quel grande pittore”

Così nella mostra entrano in scena anche gli antichi autori che per primi hanno affiancato il Caravaggio compreso Bartolomeo Manfredi il pittore che, unico tra tutti, viene considerato dagli antichi come il primo seguace per eccellenza del maestro. In occasione della mostra di Arezzo, la Galleria degli Uffizi ha infatti concesso il prestito di uno dei più grandi capolavori del Manfredi, la disputa di Cristo tra i dottori del tempio dove rifulge chiaramente il significato profondo dell’arte caravaggesca nel Seicento.

Arriva invece dalla Galleria Borghese di Roma, il Ritratto di Marcello Provenzale finora attribuito ad Ottavio Leoni, autore tra l’altro di un ritratto celeberrimo di Caravaggio. Su quest’opera Claudio Strinati, che con la collaborazione di Claudio Curcio cura la mostra, ha avanzato un’interessante, nuova ipotesi di attribuzione che potrebbe ricondurla alla mano stessa di Caravaggio.

La mostra “Manara, biografo di Caravaggio”, è un progetto della Fondazione Guido d’Arezzo ed è realizzata in collaborazione con il Comune di Arezzo, DIALOGUES Srls, COMICON con il contributo di Conad del Tirreno, Estra e Coingas.

Ottobre 21st, 2018

E’ Andrea Amerighi il miglior figurante 2018 indicato quale esempio da seguire per i giovani biancoverdi.

Si è svolta ieri, sabato 20 ottobre, presso la Sala D’Arme Enzo Piccoletti, la tradizionale “Cena dei Figuranti” che come ogni anno ha registrato una grande e calorosa partecipazione. La cena è stata organizzata e preparata dai membri del Consiglio Direttivo e dai Giostratori del Quartiere quale segno di riconoscimento e di gratitudine nei confronti di tutti coloro che durante l’anno, con passione e sacrificio, offrono il loro indispensabile contributo alla vita sociale ed organizzativa del Quartiere.  

Nell’occasione la dirigenza ha consegnato il riconoscimento ad Andrea Amerighi quale miglior figurante per l’anno 2018 per essersi distinto per impegno, serietà ed attaccamento ai colori del quartiere.

Il premio, una pergamena e una targa ricordo dove è inciso l’emblema del Quartiere e la dedica “a Andrea  Amerighi miglior figurante 2018” è stata consegnata dal rettore Maurizio Carboni e capitano Mauro Dionigi insieme al Maestro d’Armi Saverio Crestini e all’Aiuto Regista Tiziano Poggini. 

Durante la serata sono state anche consegnate le pergamene ricordo a chi, nel 2018, ha vestito i colori biancoverdi per la prima volta sulla “lizza” di Piazza Grande: Camilla Guerri e Giulio Vedovini, rispettivamente paggetti nelle giostre di giugno e settembre, Veronica Caneschi, Lucrezia Caria, Chiara Landini, Alessandra Montini e Morini Elena le dame. Tra gli armati, Filippo Bichi, Massimo Bruni, Gabriele Burroni, Fabio Cornelli, Luca Fardelli, Tommaso Focardi e Leonardo Tavanti.

A conclusione della premiazione sono stati assegnati i “temutissimi” premi goliardici che sanzionano da molti anni comportamenti ed errori in cui sono incorsi i figuranti stessi: dalla “Sveglia d’oro” per il più ritardatario, ai vari “Ceppi”, dal bronzo al platino, per canzonare gli errori più divertenti.

Una serata all’insegna del divertimento e del buon cibo, caratterizzata come sempre da una grande partecipazione – hanno commentato i dirigenti – ringraziamo tutti i figuranti e collaboratori che con il loro prezioso impegno consentono al Quartiere di essere vivo per tutto l’anno e di poter costruire i successi del domani.

Ottobre 12th, 2018

Sabato 20 ottobre  alle ore 20.30 presso la Sala d’armi del Quartiere si svolgerà la CENA DEI FIGURANTI & COLLABORATORI cui sono invitati i figuranti delle Giostre 2018 e quanti hanno collaborato alle iniziative del Quartiere.

Nell’occasione sarà consegnato un attestato ricordo ai Figuranti che si sono “vestiti” per la prima volta.

La partecipazione, per i Figuranti e i Collaboratori è gratuita, per coloro che saranno accompagnati da un familiare o da un amico, il costo è di € 10 a ospite.

Menù: torciglioni panna e salsiccia, stinco con patate al forno, acqua e vino.

N.B. Per motivi organizzativi, è necessaria la prenotazione contattando , Stefania Luconi 328.8658260 entro venerdi sera 18 ottobre (fino ad esaurimento posti).

Ottobre 5th, 2018

Enrico Vedovini rinnova il rapporto con Porta Sant’Andrea per i prossimi tre anni.

Con l’accordo appena raggiunto il Quartiere consolida il proprio settore tecnico assicurandosi le prestazioni come giostratore di Enrico Vedovini fino al 2021.

Quello tra il Quartiere e il giostratore è un legame che viene da lontano. Era infatti il 7 settembre 1997 quando il giovane Enrico faceva il proprio esordio in Piazza Grande con i colori bianco-verde. Poi dal 2001 fino ad oggi una carriera inarrestabile, 37 giostre disputate e 12 vittorie. Un palmares, il suo, che lo vede già nell’olimpo dei migliori di sempre della storia della Giostra. 

La dirigenza esprime piena soddisfazione per l’accordo appena raggiunto che segna il proseguimento di un percorso, lungo e vittorioso, intrapreso tra il Quartiere ed Enrico Vedovini con l’obbiettivo di raggiungere insieme altri grandi successi.

Ottobre 2nd, 2018

Nuovo appuntamento con la “Pizzeria al Quartiere” presso il circolo bianco verde.

Sabato prossimo 6 ottobre, dalle ore 20, sarà possibile cenare nella sede di via delle Gagliarde con antipasti, primi piatti e le pizze preparate dai pizzaioli biancoverdi.

Un’occasione per passare una serata fra amici e all’insegna del buon cibo.

Non è necessaria la prenotazione, ma chi volesse far riservare dei tavoli può farlo chiamando il n. 0575.295040.


Smooth Slider

Sabato 11 maggio l’inaugurazione di Porta Trento Trieste dopo il restauro e il tour del Quartiere

Porta Trento Trieste, simbolo architettonico e storica sede del Quartiere di Porta Sant’Andrea, è tornata al suo antico splendore. Merito ...

Continua a Leggere

Domenica 5 maggio la visita al nuovo allestimento del Museo di Fraternita

Il Quartiere di Porta Sant’Andrea organizza, domenica 5 maggio alle ore 15, una visita guidata al nuovo percorso museale della ...

Continua a Leggere

Rinnovato l’accordo con il preparatore Manuele Formelli

Il Consiglio Direttivo di Porta Sant'Andrea comunica di aver raggiunto l'accordo che legherà per i prossimi tre anni il preparatore ...

Continua a Leggere

Faliero Papini compie 90 anni!

Un traguardo di vita straordinario non possiamo che festeggiarlo assieme: auguri di cuore per i suoi novant'anni Faliero, grande Rettore ...

Continua a Leggere

UNA SERATA IN RICORDO DI “TRIPOLINO”

Domenica 3 marzo alle 21.30, nella Sala d’Armi “Enzo Piccoletti”, lo scrittore Roberto Parnetti presenterà la sua nuova opera dal ...

Continua a Leggere







↑ torna in alto
Quartiere di Porta Sant'Andrea
via delle Gagliarde, 52100 Arezzo - 0575 295040 - E-mail: info@portasantandrea.com
Powered by Gellus Soluzioni -- Hosting by InitZero
Orgogliosamente motorizzato da WordPress
Creative Commons License