luglio 23rd, 2016

giostra peneto19Il “Bricceca” si è imposto con tre centri consecutivi nella gara con i colleghi biancoverdi.

Stefano Cherici è il vincitore della nona edizione del “Saracino di Peneto” dove i giostratori di Porta Sant’Andrea, titolari e riserve, si sono sfidati ieri sera venerdì 22 luglio, in una simulazione della Giostra alle scuderie del Quartiere di Staggiano: hanno partecipato, oltre a Stefano, Enrico Vedovini, Mauro Piantini, Francesco Rossi e Saverio Montini. Nella gara il popolare “Bricceca” si è imposto negli spareggi con due centri consecutivi, corsi contro Enrico Vedovini e Francesco Rossi, dopo che tutti e tre avevano marcato nove punti nelle carriere ordinarie. Al vincitore in premio è andata una bottiglia ‘Magnum’ di vino pregiato.
Il ruolo di maestro di campo è stato svolto dal giostratore Tommaso Marmorini, che, ancora convalescente dall’infortunio di maggio non ha potuto gareggiare.
Prima della gara c’è stata la tradizionale cena alle scuderie cui hanno partecipato oltre centoventi quartieristi. “Un successo di pubblico davvero importante visto il periodo estivo – ha dichiarato il capitano Marco Fardelli – Un grazie sentito allo staff delle scuderie e ai cuochi per aver reso possibile la serata.” Molti poi sono stati i quartieristi che sono arrivati dopo cena per assistere alla gara e godere del fresco della campagna, confermando la bontà dell’iniziativa nata da un’idea dell’allora capitano Luca Bichi nel 2013.

(foto gentilmente fornite da Alessandro Falsetti. riproduzione vietata)

luglio 18th, 2016

ricci 034Si correrà venerdì 22 luglio la seconda edizione 2016 del “Giostra di Peneto” gara dove i giostratori di Porta Sant’Andrea, titolari e riserve, si sfidano in una simulazione della Giostra alle scuderie del Quartiere a Staggiano. La serata sarà preceduta da una cena con penne al ragù, panino con salsiccia e cocomero, vino e acqua nel fresco della campagna staggianina.

Il programma della serata prevede la cena, alle ore 20, alle scuderie “Franco Ricci” (strada comunale di Peneto) e subito dopo il “Saracino di Peneto”, giunto alla nona edizione.

Per partecipare alla cena è necessaria la prenotazione entro giovedì 21 luglio (Pietro Toti tel. 392 3654534 e Barbara Coleschi tel. 347 8481093). Costo € 12 (€ 7 i bimbi).

luglio 11th, 2016

Una folla di partecipanti alla visita guidata che si è svolta domenica pomeriggio 10 luglio alla Fortezza di Arezzo. La visita è stata organizzata dal Quartiere di Porta Sant’Andrea ed ha avuto un successo così grande che è stato necessario dividere i visitatori in due diversi turni di entrata.

Gli oltre centoventi visitatori sono stati condotti da Marco Giustini, studioso di storia locale, alla scoperta delle strutture rinvenute all’interno della fortificazione: dalle camere di sparo dell’artiglieria medicea, ai cunicoli sotterranei del bastione della Ghiacciaia, dalle porte più celebri decantate nelle tumultuose cronache trecentesche, quali la porta dell’Angelo e quella del Rastrello, alle tracce archeologiche di epoca etrusca e romana visibili dal bastione della Spina, fino al sito della chiesa di San Donato in Cremona. L’immagine che è stata restituita alla Fortezza è quella di un monumento capace di ispirare l’identità contemporanea degli aretini grazie all’eloquenza inarrestabile dei ruderi dell’antichità. Vista la grande richiesta sarà presto organizzata un’altra visita nelle prossime settimane.

luglio 9th, 2016

Il Quartiere partecipa al dolore dei Familiari per la scomparsa, ieri pomeriggio, della nostra quartierista Barbara Marcantoni in Magi e si stringe attorno alla mamma, al marito Alfredo, ai figli ed ai fratelli. Quartierista dalla nascita, Barbara era figlia di Franco, storico dirigente scomparso tre anni or sono, e di Maria Grazia Zelli, anche lei instancabile dirigente e animatrice del Quartiere.

Le esequie si sono svolte oggi in forma privata. Ciao Barbara la terra ti sia lieve!

luglio 5th, 2016

fortezz arezzo 2Il Quartiere di Porta Sant’Andrea organizza una visita guidata alla Fortezza Medicea di Arezzo domenica prossima 10 luglio. Il ritrovo dei partecipanti è fissato alle ore 18.00 davanti all’ingresso della Fortezza. A far da guida sarà il socio Marco Giustini, studioso di storia locale.

Per partecipare alla visita è necessario prenotare presso il Quartiere (Gianni Sarrini tel. 340 7260380). Il costo della visita è di cinque euro a persona (gratis bimbi fino ai 13 anni).

Le prenotazioni si chiuderanno appena raggiunto il numero massimo consentito di visitatori.

marco giustiniLa visita trarrà le mosse dal portale d’ingresso della Fortezza: l’odierna collocazione nell’area di una monumentale scultura bronzea ritraente un gruppo metafisico di tartarughe fornirà il primo spunto per inquadrare il carattere di tutto il percorso illustrativo ovvero il dialogo armonioso fra i ruderi della millenaria storia aretina e l’opera artistica di Ivan Theimer. I visitatori saranno condotti alla riscoperta delle strutture più affascinanti rinvenute all’interno della fortificazione: dalle camere d’artiglieria, ai cunicoli sotterranei, dalle porte più celebri decantate nelle tumultuose croche trecentesche, quali la porta dell’Angelo e quella del Rastrello, alle tracce archeologiche di epoca etrusca e romana, fino al sito della chiesa di San Donato in Cremona, che sarà osservabile nella sua interezza. I bronzi di Theimer, oltre che nella loro singolare qualità artistica, verrano quindi decifrati e illustrati come fonte iconografica ideale alla narrazione della storia di Arezzo, capaci quindi di aumentare la carica suggestiva del racconto per il loro carattere allo stesso tempo antico e moderno, e per la loro fattura così affine al gusto degli etruschi. L’immagine che si restituirà in definitiva della Fortezza sarà di un monumento capace di ispirare l’identità contemporanea degli aretini grazie all’eloquenza inarrestabile dei ruderi dell’antichità.

 

giugno 29th, 2016

scortecci francoPrendo dolorosamente atto degli atteggiamenti perpetrati da sconosciuti, che in questo momento, minano nelle fondamenta la tradizione e la cultura della Giostra del Saracino; una festa di popolo che accomuna i quattro quartieri nella disputa di un torneo. Disputa per un premio che non ammette divisioni tra tifoserie secondo modelli tipici degli stadi di calcio. Il sottoscritto dissente da tali comportamenti e si adopererà sempre per la tutela della festa e dei principi che sottendono allo svolgimento della manifestazione e degli eventi a suo corollario, questo nell’interesse esclusivo della Giostra, dei Quartieri tutti e della città di Arezzo.

Sono certo, infine, che i dirigenti di quartiere daranno il loro prezioso contributo per riportare calma e tranquillità nell’ambiente, perché questa, sia chiaro, non è la Nostra Giostra.

Franco Scortecci, Presidente Istituzione Giostra del Saracino

giugno 28th, 2016

Le scritte minacciose all’ingresso della nostra sede sociale non possono essere derubricate come un gesto goliardico o una ragazzata. Rappresentano un gesto grave, vile ed ignobile che nulla ha a che vedere con la tradizionale rivalità di giostra.

Un fatto che pare essere anche il frutto di un ingiustificato clima violento ed intimidatorio messo in atto nei confronti del Quartiere di Porta Sant’Andrea e dei propri giostratori già nel corso della ultima edizione della Giostra e poi alimentato nei giorni immediatamente successivi anche a mezzo di comunicati stampa e dichiarazioni inopportune.

A ciò si aggiunga un ulteriore accadimento, del medesimo tenore, verificatosi questa notte intorno alle ore 22.50 mentre era in corso la riunione del Consiglio Direttivo del Quartiere. Due persone a bordo di un ciclomotore sono passate davanti alla sede di via delle Gagliarde soffermandosi davanti al piazzale dove si trovavano alcuni quartieristi e lasciando cadere a terra un grosso coltello da cucina. I due si sono poi velocemente dati alla fuga. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia.

Considerata la gravità dei fatti che si sono susseguiti il Quartiere di Porta Sant’Andrea provvederà a sporgere denuncia presso le autorità competenti a cui sarà fornito ogni elemento utile alla individuazione dei responsabili.

Ci auguriamo che le Autorità preposte con l’auspicato contributo delle dirigenze dei quartieri contribuiscano, finalmente, a distendere il clima creatosi.

 

giugno 26th, 2016

Don Sergio ha lasciato per limito di età. Al suo posto don Piotr Adam Sipak

Don Sergio Carapelli ha lasciato la guida della parrocchia di Sant’Agostino.  Dopo ventitré anni di ministero nella Chiesa del Quartiere, don Sergio ha dato le dimissioni dalla guida della parrocchia per limiti di età. Don Sergio continuerà la sua missione sacerdotale presso l’altra parrocchia di cui è parroco da moltissimi anni, San Lorenzo in Pomaio. Al suo posto l’arcivescovo di Arezzo – Cortona – Sansepolcro mons. Riccardo Fontana ha nominato don Piotr Adam Sipak, sacerdote polacco che da anni esercita il suo ministero nella nostra Diocesi, prima nella Chiesa del Sacro Cuore in Piazza Giotto e poi a Rapolano terme nel senese. Don Piotr ha studiato nel seminario di Varsavia ed è stato ordinato sacerdote nel 1996. Si è laureato in scienze della comunicazione presso l’Università salesiana di Roma.

Questa mattina, durante la S. Messa delle 12.15, c’è stata a Sant’Agostino la suggestiva cerimonia di ingresso del nuovo parroco con la presa di possesso della parrocchia cui ha preso parte una rappresentanza in costume del Quartiere, guidata dal vice rettore Andrea Lanzi e dal cancelliere Gianni Sarrini. Uno dei vessilliferi portava l’antico vessillo con l’immagine di Sant’Agostino, usato in Giostra dal 1956 al 1991. Nella sua omelia l’arcivescovo Fontana ha anche ringraziato il nostro Quartiere per la presenza alla cerimonia, “con i segni del nostro medioevo”. La comunità parrocchiale ha salutato sia don Sergio sia don Piotr anche a nome del nostro Quartiere  quale “parte integrante della parrocchia”. Il nuovo parroco ha detto che conta molto sulla presenza dei nostri quartieristi e che presto verrà a visitare il nostro quartiere.

Nell’occasione è stato salutato anche il vice parroco, don Francisco, che a breve si trasferirà nella parrocchia di San Marco alla Sella.

Al termine della cerimonia l’arcivescovo Fontana ha invitato i nostri dirigenti Lanzi e Sarrini a firmare assieme a lui, quali testimoni, l’atto di presa di possesso della parrocchia da parte di don Sipak.

“Ringraziamo con affetto don Sergio per tutti questi anni di ministero parrocchiale, – afferma il rettore del Quartiere Maurizio Carboni – anni in cui con la parrocchia si è consolidato un legame antico che risale agli albori della Giostra moderna.” “Siamo ormai l’unico Quartiere che celebra i propri Te Deum dopo le vittorie nella propria Chiesa parrocchiale – prosegue Carboni – segno di un affetto verso la parrocchia che non si è mai interrotto e che don Sergio ha contribuito ad incrementare”. “A don Sergio il nostro abbraccio filiale – conclude – a don Piotr un caloroso benvenuto nella certezza che la sua missione continuerà nel solco dei suoi predecessori.”

vescovo


Smooth Slider

Stefano Cherici vince il IX° Saracino di Peneto

Il "Bricceca" si è imposto con tre centri consecutivi nella gara con i colleghi biancoverdi.Stefano Cherici è il vincitore della ...

Continua a Leggere

Folla di visitatori con il Quartiere alla Fortezza di Arezzo

Una folla di partecipanti alla visita guidata che si è svolta domenica pomeriggio 10 luglio alla Fortezza di Arezzo. La ...

Continua a Leggere

don Piotr

la Chiesa del Quartiere, Sant'Agostino, ha un nuovo parroco

Don Sergio ha lasciato per limito di età. Al suo posto don Piotr Adam SipakDon Sergio Carapelli ha lasciato la ...

Continua a Leggere

Domenica 22 maggio: visita guidata al territorio del Quartiere

Proseguono le visite guidate organizzate dal Quartiere di Porta Sant’Andrea a luoghi e monumenti della nostra città: domenica 22 maggio, ...

Continua a Leggere

Un successo di pubblico l'ultima serata di A sQuola di Giostra

In centocinquanta hanno gremito la sala d'Armi per ricordare le "Giostre Memorabili"Si è concluso con un successo l'ultimo appuntamento di ...

Continua a Leggere








Inserisci La Tua E-Mail:

Delivered by FeedBurner


↑ torna in alto
Quartiere di Porta Sant'Andrea
via delle Gagliarde, 52100 Arezzo - 0575 295040 - E-mail: info@portasantandrea.com
Powered by Gellus Soluzioni -- Hosting by InitZero


Orgogliosamente motorizzato da WordPress
Creative Commons License