gennaio 19th, 2018

gennaio 15th, 2018

Il Quartiere di Porta Sant’Andrea organizza, sabato 20 gennaio alle ore 16,30, una visita guidata esclusiva alla Casa Museo e alla mostra temporanea “Vasari, Jacone e la maniera bizzarra” inaugurata lo scorso 15 novembre presso la Casa Museo di Ivan Bruschi, parte del Fuorimostra de “Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna”. Il costo di ingresso è di costo di €3 a persona (bimbi esclusi)

Per prenotazioni contattare anche via sms Gianni Sarrini cell. 3407260380. Ritrovo ore 16.20 davanti alla Casa Museo Ivan Bruschi

Descrizione della mostra: Prosegue la fortunata collaborazione tra la Fondazione Ivan Bruschi e la Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze, grazie alla quale è stata esposta ad Arezzo, in prima nazionale, l’opera del celebre artista Bill Viola, Tristan’s Ascension.

Il tema conduttore dell’esposizione di Casa Bruschi è quello dell’avversione dell’aretino Giorgio Vasari per la “compagnia” degli artisti favorita dal Riccio, raccontata e svelata attraverso gli aneddoti e gli apprezzamenti contraddittorii espressi nel celebre volume Le Vite nei diretti confronti di Jacone (Jacopo di Giovanni di Francesco).

Per l’occasione viene presentata l’opera inedita Madonna col Bambino e San Giovannino di Francesco Ubertini, detto il Bacchiacca (Borgo S. Lorenzo, 1494-Firenze 1557), parte della Collezione Gianfranco Barbiera di Arezzo. Il Bacchiacca è un artista, secondo Vasari, appartenente proprio alla “masnada” di Jacone: con essa condivide l’approccio “bizzarro” alla maniera, sfrontatamente insensibile a suo dire, all’ideale estetico della “grazia” che caratterizza l’eccellenza della produzione pittorica del periodo.

Una sezione della mostra, #500 IN COLLEZIONE opere scelte dalla collezione Bruschi, è dedicata alle opere che normalmente sono esposte alla Casa Museo, contestualizzate per l’occasione all’interno di un percorso espositivo che collega l’artista Giorgio Vasari a Tommaso Bernabei, detto Il Papacello e a Tommaso Manzuoli, detto Maso da San Friano, per arrivare ad un pittore italiano anonimo della seconda metà del ‘500 che ripropone nella sua tavola suggestioni della vasariana “maniera moderna”.

gennaio 14th, 2018

Nella tarda mattinata di ieri il giostratore del Quartiere di Porta Sant’Andrea Stefano Cherici ha comunicato al capitano Mauro Dionigi ed al rettore Maurizio Carboni la propria decisione di non correre più giostra. Cherici rimane tuttavia legato al Quartiere per tutto il prossimo anno.

Il Quartiere esprime profondo dispiacere per la sua scelta, che non è condivisa dalla dirigenza ma che viene rispettata in quanto frutto di una decisione personale a lungo ponderata.

Il Quartiere tutto ringrazia Stefano per quanto ha fatto in questi anni prima come riserva e poi come giostratore,  per la sua passione di quartierista sempre dimostrata umanamente e, soprattutto, per le dieci Vittorie che portano la sua firma, assieme allo storico compagno Enrico Vedovini con cui ha costituito la coppia più longeva e vittoriosa della Giostra del Saracino.

gennaio 11th, 2018

Dopo la pausa natalizia al Circolo ricreativo del Quartiere Porta Sant’Andrea riprendono le pizzerie per i quartieristi.

Sabato prossimo 13 gennaio dalle ore 20, dopo la cerimonia della Donazione dei ceri, sarà possibile cenare nella sede di via delle Gagliarde con antipasti, primi piatti e le pizze preparate dai pizzaioli biancoverdi.

Un’occasione per passare una serata fra amici e all’insegna del buon cibo.

Non è necessaria la prenotazione, ma chi volesse far riservare dei tavoli può farlo chiamando il n. 0575.295040.

 

gennaio 11th, 2018

Tradizionale donazione dei ceri al beato Gregorio X. Sabato 13 gennaio sfileranno 200 figuranti per la cerimonia, giunta alla ventiduesima edizione, che segna l’apertura del calendario giostresco 2018.

Ritrovo in piazza San Jacopo alle 18 delle rappresentative dei quartieri, del Gruppo Musici, degli Sbandieratori, dei fanti del Comune e dei valletti. Dopo le esibizioni dei Musici e degli Sbandierator, alle 18,30 il corteo partirà alla volta di palazzo comunale attraverso Corso Italia, Canto De’ Bacci, via Cavour, via Cesalpino. Alle 18,45 da palazzo uscirà il sindaco seguito dalla rappresentanza civile della Giostra e dei quattro quartieri. Alle 19, ingresso dei figuranti in duomo e offerta dei ceri decorati, come ogni anno, dall’artista senese Rita Rossella Ciani. Come da tradizione ogni quartiere donerà una somma in denaro che sarà devoluta al Caritas Baby Hospital, l’ospedale pediatrico di Betlemme gestito da suore cattoliche al quale annualmente, su iniziativa di don Alvaro Bardelli, va il ricavato della cerimonia.

gennaio 11th, 2018

Circa duecento persone presenti, raccolti 325 euro per un progetto in Perù in favore di bambini e adolescenti.

Un successo anche quest’anno la trentanovesima edizione del tradizionale “Tombolone di Natale” del Quartiere di Porta sant’Andrea: circa duecento quartieristi hanno trascorso la serata di sabato 26 dicembre nella sala d’armi di Palazzo san Giusto tra tombole, divertimento e solidarietà. Anche quest’anno, infatti, la dirigenza biancoverde ha confermato l’adesione alla campagna di adozioni a distanza “il Cuore si scioglie”, promossa dalla sezione soci Coop di Arezzo.

Per finanziare i progetti di adozione a distanza e interventi di cooperazione in Italia e all’estero, l’intero incasso di una delle tombole, 325 euro, è stato devoluto alla fondazione “il Cuore si scioglie” e consegnato alla rappresentante della sezione soci Coop aretina Milena Dionigi.

“Sono molto soddisfatto del risultato, – dice il rettore del Quartiere Maurizio Carboni – ancora una volta abbiamo finalizzato una serata di aggregazione per le nostre famiglie ad un progetto di solidarietà e c’è stata una risposta positiva. Siamo felici di poter dare il nostro contributo anche a questa iniziativa.”

“Ringraziamo Porta sant’Andrea per il sostegno che, ormai da anni, da ai nostri progetti, – afferma Milena Dionigi di Coop Arezzo – il Quartiere quest’anno ha scelto di sostenere un progetto in Perù, sostenuto da Arci con l’associazione Manthoc che è un movimento di auto-organizzazione di bambini e adolescenti lavoratori. Il contributo – spiega Dionigi – servirà per ampliare le attività del centro di accoglienza per i ragazzi lavoratori di strada a La Hoyada, quartiere di Pucallpa, nella regione di Ucayali. Hoyada è un popoloso quartiere afflitto da estrema povertà e diffusa delinquenza, in cui i bambini sono spesso costretti a lavorare in agricoltura e nelle segherie di legname. In un contesto in cui manca ogni servizio essenziale, esiste però un luogo in cui i diritti dei bambini sono al centro, in cui povertà e violenza sono cancellate con la cura e l’educazione: la Casa dei bambini di Hoyada. Casa che, costruita con materiali scadenti e poveri, rischia oggi di crollare. Con questo progetto possiamo aiutare a donare una speranza per i bambini di Hoyada, contribuendo alla ristrutturazione dell’edificio e al sostegno delle attività educative e sociali che si svolgono all’interno

dicembre 22nd, 2017

Quest’anno la cartolina di Auguri riproduce la pittura muraria eseguita da Jacopo Naccarato nel Circolo Biancoverde

Auguri dal Quartiere!!

dicembre 22nd, 2017


Smooth Slider
Stefano Cherici lascia il ruolo da giostratore

Stefano Cherici lascia il ruolo da giostratore

Nella tarda mattinata di ieri il giostratore del Quartiere di Porta Sant’Andrea Stefano Cherici ha comunicato al capitano Mauro Dionigi ...

Continua a Leggere

Dal Tombolone di Natale sostegno al “il Cuore si scioglie”

Circa duecento persone presenti, raccolti 325 euro per un progetto in Perù in favore di bambini e adolescenti. Un successo anche ...

Continua a Leggere

Sabato scorso inaugurata la pittura muraria del Circolo Biancoverde - Photogallery

Sabato 2 dicembre, nei locali del “Circolo Biancoverde”,  è stato svelato il murales realizzato dal giovane artista aretino Jacopo Naccarato. ...

Continua a Leggere

Festa del Patrono: quest'anno il trentennale

Le celebrazioni per Sant’Andrea Apostolo del Quartiere biancoverde. Quest’anno il trentennale dell’iniziativa voluta dall’allora rettore Giuseppe Municchi. Il Quartiere di Porta ...

Continua a Leggere

Il Quartiere libera da ogni impegno Mauro Piantini

Il Quartiere libera da ogni impegno Mauro Piantini

Il Quartiere di Porta sant’Andrea comunica di aver risolto l’accordo con il giostratore Mauro Piantini, liberandolo da ogni impegno. Mauro ...

Continua a Leggere








Inserisci La Tua E-Mail:

Delivered by FeedBurner


↑ torna in alto
Quartiere di Porta Sant'Andrea
via delle Gagliarde, 52100 Arezzo - 0575 295040 - E-mail: info@portasantandrea.com
Powered by Gellus Soluzioni -- Hosting by InitZero


Orgogliosamente motorizzato da WordPress
Creative Commons License